Finita la scuola, comincia…

Dalle finestre aperte entrano i raggi del sole che hanno appena bucato le spesse nuvole cariche d’acqua, mentre l’allegro vociare dei ragazzi in cortile si spande per tutto il salone della CER; l’educatrice segue il ripasso degli argomenti d’esame di uno e controlla gli esercizi di grammatica di un altro dei ragazzi che vivono in Harambée.

La scuola è finita, ma c’è chi deve recuperare matematica e sfida un plotone di equazioni a singolar tenzone, chi si cimenta nella stesura di testi narrativi, come un novello Hemingway, chi fronteggia la fenomenologia husserliana con la determinazione di un eroe della Marvel e chi dà una mano in cucina sperimentando ricette e manicaretti da gustare per pranzo.

Il vociare si placa improvvisamente, dal cortile si sente distintamente la voce dell’animatrice che racconta…

Qualcuno si affaccia alla finestra e resta ad ascoltare: i più piccoli radunati sotto il portico, si sono seduti in cerchio, insieme alle animatrici e agli animatori.

Al centro estivo del valentino (https://www.donboscocasale.it/in-arrivo-lestate-ragazzi-2024/) dei ragazzi della CER, i piccoli sono animati, i grandi animatori e svolgono il loro compito con grande impegno: è la prima settimana e gli FSA (ragazze e ragazzi di terza media) non sono ancora operativi, essendo impegnati con l’esame di fine ciclo.

Cristian esce dall’isolamento della sua stanza, abbandonando per un momento le sudate carte: si sta preparando per l’esame di Maturità, studia tutto il giorno, con una breve pausa giusto per scendere in oratorio e dare una mano al centro estivo.

Compaiono nel corridoio due fanciulle, dalle lunghe chiome ricciute, procedono chiacchierando complici: sono in attesa di iniziare un tirocinio – una in gelateria, l’altra in un centro estetico – occasione di formazione e crescita professionale e personale. Raccontano con dovizia di particolari il lavoro che andranno a svolgere, mostrando la voglia di mettersi in gioco e guadagnare qualche soldino.

Lo stesso desiderio di imparare e, magari, guadagnare qualcosa è dei ragazzi che partecipano al laboratorio di falegnameria dell’educatore Roberto Paparella: nel periodo estivo, i ragazzi di CER, GApp e CEM che non sono impegnati nel cento estivo o in un tirocinio, potranno imparare le tecniche di restauro e metterle in pratica su mobili acquistati allo scopo. Nella prima settimana l’educatore insegnerà le tecniche e osserverà l’operato dei singoli, successivamente darà gli incarichi a seconda delle competenze dimostrate così che, chi si mostrerà capace di portare a termine il proprio lavoro in maniera soddisfacente, potrà vendere l’oggetto restaurato e guadagnarne il relativo compenso. Tutti saranno impegnati secondo le proprie possibilità, l’esercizio sarà finalizzato ad apprendere ed affinare la tecnica in modo da arrivare a produrre un oggetto che sia vendibile.

Altra proposta di Roberto per i ragazzi di Harambée è la collaborazione nell’allestimento della mostra Real Body (https://realbodies.it/real-bodies/), in via di allestimento al castello di Casale Monferrato.

Nel ventaglio di proposte spicca l’HaramBar, una sorta di servizio catering che con la regia dell’educatrice Valentina Zavarise ha preso il via con la serata organizzata per l’Aurora Calcio, dove ragazze e ragazzi di Harambée si sono impegnati nell’individuare ricette, fare un menù, acquistare il necessario, prepararlo e allestire il ricco e gustoso buffet, adoperandosi nel servizio. L’iniziativa è stata un successo, tanto che continua con il “Club del libro”, gruppo di lettori che una volta al mese si riunisce ed ha scelto di farlo al Valentino per usufruire dell’ApeHarambée, proposta di aperitivo fatta sempre dai ragazzi di Harambée.

Le attività e gli impegni dei ragazzi di Harambée, a scuola finita, sono molteplici, individuate, scelte e pensate per offrire occasioni di crescita e arricchimento esperienziale e personale, per dare la possibilità ad ognuno di mettersi in gioco e misurarsi con le sfide che la vita può lanciare nelle sue diverse tappe.

Carolina Schiavone

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su email

Altri articoli

“Com’era vestita?”: il CEM al Museo

Venerdì 5 aprile, noi ragazzi del CEM siamo andati al Museo Civico e Gipsoteca Bistolfi (https://www.comune.casale-monferrato.al.it/museo) perché Barbara Corino – curatrice di diversi percorsi didattici,